patrimoniale-disegno-di-legge-piace-agli-italiani-questa-tassa

Brutte notizie dal fronte patrimoniale, ovviamente per chi potrebbe essere colpito da questa imposta. È stato infatti depositato il suo disegno di legge. Al contrario di quanto si possa pensare però, secondo un sondaggio, pare proprio che questa tassa piaccia a molti italiani. Vediamo insieme tutti i dettagli della proposta e, soprattutto, perché diversi sono favorevoli.

 

Patrimoniale: secondo un sondaggio agli italiani piace

È stato proprio il partito Sinistra Italiana, che ha proposto il disegno di legge, a commissionare un sondaggio per capire l’indice di gradimento in merito a una possibile patrimoniale. Con enorme sorpresa “il 70% degli italiani è d’accordo con la proposta” di questa tassa.

Secondo il segretario nazionale di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni: “Gli italiani ora hanno capito che la ricchezza non è scomparsa negli ultimi anni, semplicemente è stata distribuita in modo diseguale“.

Tra coloro che sono stati intervistati, il 47% è favorevole alla patrimoniale nella formula proposta da Sinistra Italiana, il 30% si è definito contrario, mentre il 20% né l’uno e né l’altro.

Ma quali sono i risultati del sondaggio per chi è favorevole alla patrimoniale? Secondo quanto riportato dai nostri colleghi di Money.it:

  • a favore di un’aliquota progressiva a partire dai patrimoni uguali o superiori ai 500 mila euro, c’è un buon 64%;
  • un 62% invece sarebbe favorevole alla patrimoniale diretta, senza se e senza ma, per chi supera i 500 mila euro di patrimonio;
  • infine circa il 61% auspicherebbe a una patrimoniale in sostituzione, ad esempio, dell’IMU.

 

Il disegno di legge

Come l’ha definita Fratoianni, questa patrimoniale è un “disegno di legge d’iniziativa popolare” che ha come obbiettivo principe la redistribuzione della ricchezza. In sostanza, usando le parole del segretario, prendendo poco da chi ha tanto dandolo “alla stragrande maggioranza che non ha più nulla, cominciando dalle giovani generazioni“.

Ecco i punti chiave della proposta di legge sulla patrimoniale di Sinistra Italiana:

  • stop alle tasse patrimoniali oggi in vigore, come ad esempio l’IMU e il bollo sui conti correnti;
  • chiedere di più a chi ha un reddito alto così da riequilibrare il carico fiscale in Italia;
  • una patrimoniale progressiva che parte dallo 0,2% per i patrimoni superiori a 500 mila euro, fino a un massimo del 2% per chi ha più di 50 milioni di euro.

Se quindi prima parlavamo di pericoli della patrimoniale, dopo il sondaggio appena pubblicato, meglio definire questa tassa una “opportunità“.

FONTEMoney.it