Bollo auto

Nel corso di questi anni, il bollo auto si è accreditato come la tassa più invisa alla maggior parte degli italiani. Sempre più persone desidererebbero non versare il tributo di possesso per il proprio veicolo a quattro ruote. A differenza del 2021, nel 2021, la platea dei cittadini in grado di chiedere l’esenzione è più ampia.

 

Bollo auto, le categorie per cui è prevista l’esenzione

Nella Legge di Bilancio sono state inserite le categorie di cittadini per una possibile esenzione totale della tassa di possesso. In primo luogo, la tassa sarà completamente a costo zero per tutti coloro che hanno una certificazione di invalidità ai sensi della legge 104/92 o anche i cittadini diversamente abili. La Legge di Bilancio, in tal senso, conferma una norma già prevista lo scorso anno.

In un’ottica di controtendenza rispetto all’anno precedente, invece, avranno diritto all’esenzione anche tutti i possessori di un’auto ecologica. Il tributo è a costo zero per gli italiani che hanno un’auto elettrica o anche una vettura ibrida. Per avere accesso all’esenzione, il veicolo dovrà essere immatricolato nel periodo di tempo tra il 2019 ed il 2021.

I cittadini che desiderano far valere la loro posizione per l’esenzione del bollo auto dovranno recarsi e fare richiesta presso uno uffici regionali preposti o presso gli uffici ACI del proprio territorio.

Le categorie idonee all’esenzione della tassa di possesso del veicolo potranno inoltre chiedere un’ulteriore bonus, questa volta per l’assicurazione RCA. In questo caso, a differenza del bollo auto, il valore della riduzione sarà variabile in base alla compagnia assicuratrice.