Amazon, clienti, truffe, RavPower, Recensioni

Amazon sta portando avanti da tempo una lunga e dura battaglia alle recensioni false. Nel corso degli anni le recensioni a pagamento sono aumentate a dismisura, causando non pochi problemi al colosso dell’e-commerce.

Le linee guida di Amazon vietano chiaramente l’utilizzo di pratiche scorrette per incentivare le recensioni, ma i produttori e gli utenti hanno inventato nuovi modi per aggirarle. Alcuni produttori sono arrivati ad offrire denaro e gift card per ottenere recensioni a cinque stelle.

Il metodo più usato è il rimborso dell’intero acquisto, o parte di esso, attraverso servizi di pagamento esterni. Tuttavia, l’azienda di Jeff Bezos ha deciso intervenire drasticamente. I rivenditori che utilizzano varie tecniche per falsificare le recensioni sono stati rimossi da Amazon.

 

Amazon dichiara guerra alle recensioni false

Questa sorte è toccata ad aziende del calibro di Aukey e Mpow ma proprio in queste ore un altro brand si è aggiunto alla lista nera. Si tratta di RavPower, azienda che realizza principalmente powerbank e caricabatterie.

Come in tutti i casi precedenti, la rimozione da Amazon è avvenuta senza preavviso e senza spiegazioni. Secondo un report del “The Wallstreet Journal” RavPower incentivava le recensioni da parte degli utenti attraverso gift card. In particolare, un giornalista della testata americana si è visto offrire 35 dollari per una recensione positiva. 

Al momento, lo store di RavPower su Amazon risulta completamente vuoto e nessun prodotto è disponibile per l’acquisto. Inoltre, se si cerca direttamente il brand, il sito non fornisce alcun risultato. L’eliminazione dell’azienda sembra avere carattere globale in quanto coinvolge anche la versione Inglese, Spagnola, Francese e Tedesca dall’e-commerce.