contatoriMoltissimi cittadini italiani non sono contenti di effettuare il pagamento delle tasse. Tuttavia, devono farlo, anche perché se non lo facessero non potrebbero accedere a dei servizi fin troppo importanti per far funzionare la loro abitazione. Nonostante ciò, ci sono comunque dei furbetti che usano dei trucchi che non sono proprio legali. Infatti, sono veramente tante le situazioni in cui tantissimi truffatori cercano di evitare il pagamento di tasse esose andando a modificare i propri contatori.

Poco tempo fa a Roma, sono state beccate diverse persone che andavano a modificare i loro apparati di misurazione. Nei loro confronti, i provvedimenti non sono stati affatto di poco conto, e questo perché andavano a manomettere in via diretta i contatori facendo sì che si andassero ad abbassare o addirittura azzerare il costo delle bollette. Sicuramente, le aziende che hanno subito un danno più ampio sono state Enel e Acea.

Contatori modificati: la truffa del magnete continua

La tecnica che viene più utilizzata in assoluto è quella del magnete, e consiste nel posizionare un magnete di grosse dimensioni direttamente di fianco o, spesso, sopra il contatore. Dopo aver fatto ciò, questo strumento andrà a rallentare o a bloccare i giri dell’apparato di misurazione. Così facendo, i consumi segnalati saranno molto più bassi in confronto a quelli fatti realmente.

La situazione si rivela ancor più sgradevole nel momento in cui sono state fatte delle scoperte alquanto singolare. Infatti, sembra che siano stati trovati in dotazione alle aziende degli strumenti non proprio usuali. Si trattava infatti di rilevatori, misuratori e punzonatori, i quali servono ad effettuare manovre illecite sui contatori.