A quanto pare non c’è mai pace nel mondo dell’informatica e soprattutto per i dati sensibili di tutti noi utenti, stando a quanto è emerso in rete nelle ultime ore, è stata scoperta una raccolta dati pari a 1,2 terabyte fatti di credenziali di accesso, cookies e informazioni di pagamento estratte da malware non ancora identificati, un vero e proprio dramma informatico per così dire, che si traduce in circa 26 milioni di password trafugate e 1,1 milioni di e-mail uniche.

Entrando più nel dettaglio, si parla di un malware non ancora ben identificato, che avrebbe però ottenuto l’accesso a oltre 3 milioni di PC portando al furto di circa 2 miliardi di cookie e 6,6 milioni di files, composta da circa 650.000 files word, file di testo non crittografati ove alcuni utenti poco attenti conservavano credenziali di accesso e molto altro.

Come se non bastasse, stando al database, tale malware avrebbe ottenuto l’accesso alla webcam dei vari PC e avrebbe scatto foto e screenshot dello schermo.

 

Verificare se anche le vostre password sono state violate

Il dado è tratto, l’enorme mole di dati circola sicuramente del dark web, ciò rende chiunque potenzialmente esposto ad un hacking, il consiglio che vi diamo è di verificare se anche le vostre password sono state compromesse.

Per farlo il metodo è davvero molto semplice, esiste un tool sul web, alimentato grazie alle collaborazioni con agenzie governative, dov’è possibile inserire la stringa che vogliamo verificare ottenendo come risposta se la password è stata rubata e quante volte è stata visualizzata.

Il tool in questione è la piattaforma “Have I been pwned ?” nella sezione password e in quella e-mail, se avete il dubbio, non esitate ad utilizzarla.