Uno degli oggetti di uso comune dal ruolo più importante nella vita di ognuno di noi è senza dubbio il PC, il nostro compagno fidato infatti, è diventato essenziale per svolgere numerose attività, soprattutto a seguito della pandemia di Coronavirus, la quale ha fatto sgorgare lo smart working, divenuto importante per mantenere vive numerose attività lavorative.

Ovviamente a seguito di questo fenomeno, la quantità di dati in circolazione sui vari PC è aumentata in modo esagerato, cosa che ha reso le macchine elettroniche delle prede molto desiderabili per gli hacker di tutto il mondo, i quali con continue campagne di hacking, cercano di entrarci per riuscire a carpirne i dati contenuti.

Può dunque capitare di ritrovarsi, soprattutto a seguito di una navigazione poco attenta sul web, con un bel malware installato sulla propria macchina, eccovi alcune dritte su come comportarvi quando venire infettati.

 

Muoversi e non restare fermi

Quando vi renderete conto di essere stati infettati da un malware, probabilmente perchè esso mostrerà delle schermate alquanto inequivocabili, il primo consiglio che vi diamo è quello di disconnettere il PC dal web, in tal modo taglierete ogni possibile comunicazione tra il malware ed il suo creatore.

Dopo la prima operazione, arriva la parte un po’ più hard, dovrete infatti spegnere la macchina e avviarla in modalità provvisoria oppure fare un avvio pulito, in tal modo avvierete il sistema scongiurando però l’avvio del malware, così facendo avrete la possibilità di avviare un software antivirus che scansionando il disco, riuscirà a rimuovere la minaccia. (con l’avvio normale il malware vi negherebbe l’avvio dell’antivirus)