WhatsApp: il modo velocissimo con cui vi rubano l'account

Capita molto spesso che gli utenti vadano a fidarsi di qualcosa di cui non dovrebbero. Questo avviene soprattutto quando si utilizzano chat come WhatsApp, le quali sono sicuri al 100% sotto tutti i punti di vista tranne se a prendere il sopravvento è la costante ingenuità di alcuni utenti.

Più volte infatti i messaggi arrivano mediante le catene da parte dei truffatori proprio per imbrogliare chi legge. In questo caso non si tratta di un messaggio, ma di un procedimento che i truffatori riuscirebbero a svolgere durante la connessione degli utenti a WhatsApp Web. Da qualche giorno infatti si vocifera che diversi account sarebbero finiti nelle mani dei truffatori che riuscirebbero a farsi passare dagli utenti stessi il codice di verifica di accesso. La questione ha sollevato l’attenzione anche della polizia di Stato che ha ritenuto opportuno diramare un comunicato ufficiale sul suo sito.

 

WhatsApp: è quel modo con il quale vi rubano l’account in pochissimi minuti

Molto spesso gli utenti, tratti in inganno dalla presunta conoscenza del mittente, non esitano ad assecondare la richiesta, rispondendo al messaggio, ignari di essere vittime di una truffa”. Rispondendo agli hacker, “il codice inviato consente ai cybercriminali di impadronirsi dell’account WhatsApp e di sfruttare il servizio di messaggistica istantanea per compiere ulteriori frodi utilizzando il numero di telefono della vittima. Questi riescono ad avere accesso ai contatti salvati nella rubrica, innescando una sorta di catena di Sant’Antonio: il profilo WhatsApp dell’utente che ci richiede di inviargli il codice è effettivamente un nostro contatto, che a sua volta ha avuto la violazione del suo account attraverso la stessa condotta fraudolenta. Invitiamo pertanto tutti a verificare le fonti e a non cliccare mai sui link sospetti presenti nei messaggi.