Apple AirTagL’arrivo di dispositivi di localizzazione come i Samsung Galaxy SmartTags e gli Apple AirTag è stato apprezzato dai più. La questione relativa alla sicurezza degli utenti però continua ad essere aperta.

Al fine di offrire un’esperienza quanto più sicura, Apple garantisce ai suoi utenti una funzionalità tramite la quale l’accessorio, se lontano dal dispositivo a cui è collegato per più di tre giorni, emette un segnale acustico così da avvisare l’utente. Lo scopo della funzione sarebbe quello di porre rimedio ai casi di stalking messi in atto da malintenzionati che potrebbero nascondere gli AirTag; e sfruttarli per spiare le loro vittime. Pur essendo un provvedimento efficiente, l’intervallo di tempo precedente l’emissione dell’avviso è stato ritenuto eccessivo e sostanzialmente pericoloso per gli utenti. Il colosso ha quindi deciso di rilasciare un nuovo aggiornamento grazie al quale sarà intensificata la sicurezza.

 

Apple AirTag ancora più sicuri grazie al nuovo aggiornamento!

 

Grazie al nuovo aggiornamento rilasciato da Apple, gli AirTag saranno ancora più sicuri. Il colosso ha apportato una modifica non indifferente alla funzionalità già presente riducendo il lasso di tempo che precede il segnale acustico.

Adesso il tracker di Apple sarà in grado di attirare l’attenzione dell’utente se distante dal dispositivo a cui è abbinato per una fascia temporale che va dalle otto alle ventiquattro ore.

A tale provvedimento è da accostare un’ulteriore misura intrapresa da Apple che, mossa dalla volontà di rendere i suoi accessori del tutto affidabili, sta lavorando a una nuova applicazione. Tramite la nuova app del colosso anche gli utenti Android potranno rintracciare gli AirTag nelle vicinanze.