Eclissi Solare: quando sarà possibile osservare il tanto atteso fenomeno?

Giovedì 10 giugno: è questa la data da tenere bene a mente. La ragione è molto semplice, e come avete potuto intuire dal titolo, ha a che fare con l’Eclissi Solare. Prima di scoprire a cosa andremo incontro però, è giusto sapere di cosa stiamo parlando. Cos’è dunque un’eclissi? Trattasi di un fenomeno ottico, dal punto di vista della Terra, di oscuramento di tutto o di una parte del disco solare per mano della Luna, il quale si presenta durante il novilunio.
Non avviene spesso, in quanto Sole, Luna e Terra devono essere perfettamente allineati in questo preciso ordine. Ciò significa che può accadere solamente quando la Luna, la cui orbita è inclinata di cinque gradi rispetto all’eclittica, incontra quest’ultima, in un punto detto nodo.
Quando quest’ultimo si trova tra la Terra e il Sole, l’ombra della Luna passa in alcuni punti della superficie terrestre ed è qui che si manifesta il fenomeno dell’Eclissi Solare. Se invece il nodo si trova dalla parte opposta, si ha un’Eclissi Lunare.

Eclissi Solare: cosa riusciremo a vedere dall’Italia?

Tornando a noi, l’Eclissi Solare risulterà parziale in Italia, ma in Canada, Groenlandia e Russia sarà totale. Dunque, tra 4 giorni, parte d’Italia potrà osservare una lieve Eclissi Solare, in quanto la nostra stella verrà oscurata del 10-12%.
Nello specifico, potranno assistere allo spettacolo tutte le regioni settentrionali e parte di quelle centrali (province della Toscana, dell’Umbria – Perugia – e delle Marche –anconetano, maceratese e pesarese -).

Orario: l’ora muta in base alla città in cui viviamo (chi vive più a nord vedrà coprirsi il disco solare un po’ di più). Si passerà infatti dalle 9.28 di Aosta alle 10.07 di Ancona.