amazon-vendere marijuana-piattaforma

Negli Stati Uniti sta succedendo qualcosa di particolare che potrebbe condurre a una novità importante e incredibile. Amazon ha di recente fatto un cambiamento alla sua politica sui test antidroga per i dipendenti andando a non considerare la marijuana come una sostanza che porta al licenziamento. Ma non è questo il punto principale.

Il team delle politiche pubbliche di Amazon ha iniziato a portare un lavoro importante che quasi sicuramente porterà a un risultato inaspettato fino a poco fa. L’idea sarebbe quella di spingere per la legalizzazione della marijuana a livello federale. Nel momento in cui questo succederà allora è plausibile sostenere che il colosso dell’e-commerce farà di tutto per iniziare a vendere tale sostanza sulla propria piattaforma online.

 

Amazon e la vendita della marijuana

Attualmente negli Stati Uniti sono 16 gli stati su 50 che hanno approvato l’uso della marijuana ad uso ricreativo e altri 16 l’hanno approvato per uso medico. Finché non tutti gli stati federali non avranno approvato l’uso della marijuana allora diventa difficile iniziare a venderla con il sistema di Amazon. Per questo il colosso avrebbe fatto un cambio repentino di politica tanto da spingere verso la legalizzazione; al momento si tratta comunque di speculazioni.

Ovviamente si parla di qualcosa che succede oltre oceano e ipotizzare di vedere qualsiasi di simile in Europa o anche solo in Italia è parecchio difficile. Anche se venisse legalizzata nel nostro paese ci sono molte altre leggi da superare prima di poter arrivare a una vendita del genere online. Sarà interessante vedere tra qualche anno se Amazon riuscirà nel suo intento in madre patria.