Fisco

Sta per arrivare una stagione particolarmente negativa per gli italiani che hanno debiti accumulati con il Fisco. A seguito della pausa per l’emergenza Covid nelle prossime settimane potrebbero nuovamente essere inviate le cartelle esattoriali con firma da parte dell’Agenzia delle Entrate. E’ infatti allo studio un possibile stop alle proroghe dei pagamenti verso l’Erario.

 

Fisco, entro l’estate possibile lo sblocco definitivo delle tasse per gli italiani

L’ultima data per il blocco dei pagamenti prevista è quella del 30 Giugno. Trascorso questo termine, a meno di eventuali nuove misure da parte del Governo, è possibile pensare ad un sblocco dei pagamenti verso il Fisco già a partire dalle prossime settimane del mese di Luglio. A differenza delle attese, quindi, l’estate potrebbe essrre una stagione aprticoalrmente sensibile per chi ha debiti accumulati con l’Agenzia delle Entrata.

Lo stop ai pagamenti verso il Fisco era nato come misura compensativa dopo la grave situazione economica causata dalla pandemia. La manovra è stata diretta sia per i privati cittadini che per le Partite IVA.

Le cifre del Fisco per i prossimi mesi sono da capogiro. L’Agenzia delle Entrate ha già pronte 50 milioni di cartelle esattoriali da inviare nelle case degli italiani per un totale di 9 milioni di cittadini coinvolti.

Già in queste settimane si è a lungo parlato della possibile organizzazione da parte del Fisco, in vista di questa mole di cartelle esattoriali da inviare. L’ente si avvarrà della collaborazione strategica di Poste Italiane. L’obiettivo è quello di concludere le operazioni entro il mese di Dicembre.