Bonus INPS

Continua la stagione dei ristori in linea con la ancora preoccupante e complicata situazione economica legata alla pandemia Covid. Come vi abbiamo annunciato anche nel corso delle precedenti settimane, l’INPS ha previsto un nuovo bonus dal valore di 2400 euro per le categorie che maggiormente hanno risentito gli effetti negativi dello scenario globale.

 

INPS, categorie, metodi di pagamento e IBAN per il bonus di 2400 euro

L’INPS, in linea anche con le direttive emerse dal Governo attraverso il Decreto Sostegni, propone un assegno unico per i lavoratori autonomi che nelle precedenti tornate di ristori – dall’inizio della crisi Covid – non hanno ricevuto alcun contributo. Saranno garantiti bonus anche per le categorie più esposte economicamente.

Il primo settore garantito dall’INPS con questo assegno una tantum è quello del turismo. In particolare modo, l’incentivo di 2400 euro sarà inviato ai lavoratori stagionali che operano nel turismo invernale, quello più colpito durante le fasi critiche della pandemia.

Sempre l’incentivo INPS dal valore di 2400 euro sarò inviato anche ai lavoratori e alle maestranze dello spettacolo e dell’intrattenimento. Nella lista degli idonei sono inoltre presenti anche i venditori a domicilio.

Tutti gli italiani che erano interessati al bonus INPS dovevano far pervenire le loro richieste al sito ufficiale dell’istituto entro la data di scadenza del 31 Maggio. Per la richiesta era necessario accedere con le proprie credenziali SPID.

Dopo aver raccolto le generalità di tutti gli idonei, l’INPS invierà l’assegno dal valore di 2400 euro direttamente sull’IBAN degli interessati. I pagamenti potrebbero essere evasi già durante questo mese di Giugno.