blank

Chi utilizza Amazon Alexa, Echo o altri dispositivi del colosso statunitense ha solo una decina di giorni per tirarsi fuori da un esperimento che mette a rischio la propria privacy e la sicurezza personale.

Martedì 8 giugno, infatti, il colosso dell’e-commerce registrerà automaticamente tutti i device ad Amazon Sidewalk, un nuovo servizio mesh wireless. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Amazon lancia il servizio Sidewalk

Il nuovo servizio della piattaforma condividerà una piccola fetta della larghezza di banda Internet di ciascun utente con i vicini che non dispongono di connettività e che, a loro volta, offriranno la propria larghezza di banda a chi non ha una connessione. Per impostazione predefinita, i dispositivi Amazon tra cui Alexa, Echo, Ring, le telecamere di sicurezza, le luci esterne, i tracker e i sensori di movimento verranno registrati nel sistema.

Dato che solo una piccola parte degli utenti impiega del tempo per modificare le impostazioni predefinite, ciò significa che milioni di persone verranno inserite nel programma. Stando a quanto si apprende dalla pagina ufficiale dedicata al nuovo servizio, al momento Amazon Sidewalk è disponibile solo negli Stati Uniti.

Ecco le parole della piattaforma riguardanti questo servizio: “Amazon Sidewalk è una rete condivisa che aiuta i dispositivi a funzionare meglio. Gestito da Amazon gratuitamente per i clienti, Sidewalk può aiutare a semplificare la configurazione di nuovi dispositivi, estendere la gamma di lavoro a bassa larghezza di banda dei dispositivi per aiutare a trovare animali domestici o oggetti di valore con i tracker Tile e aiutare i dispositivi a rimanere online anche se sono fuori dalla portata del loro Wi-Fi di casa. In futuro, Sidewalk supporterà una serie di esperienze derivanti dall’utilizzo di dispositivi abilitati per Sidewalk, come sicurezza e illuminazione intelligenti e diagnostica per elettrodomestici e strumenti“.