whatsapp

Buone notizie per chi non ha accettato le nuove regole obbligatorie dallo scorso 15 maggio: a quanto pare, sembra che WhatsApp abbia deciso di non limitare o bloccare gli account. Il noto servizio di messaggistica istantanea ha deciso di cambiare rotta, andando ad eliminare le limitazioni che erano state applicate agli account degli utenti che hanno deciso di non accettare le nuove regole sulla condivisione dei dati entro la scadenza, la quale era fissata per l’appunto il 15 maggio scorso. All’inizio questi utenti avrebbero dovuto, in maniera graduale, perdere l’accesso alle varie funzioni dell’app fino ad arrivare ad un blocco totale, ma pare che tutto ciò non dovrebbe avvenire.

 

 

WhatsApp torna sui suoi passi e decide di non limitare e bloccare gli account

L’azienda in una nota ci ha tenuto a spiegare che si tratterà di una scelta definitiva: “Viste le recenti discussioni con diverse autorità ed esperti di privacy, vogliamo chiarire che non limiteremo le funzionalità di WhatsApp per chi non ha ancora accettato l’aggiornamento”. Questa decisione arriva dopo mesi che WhatsApp aveva annunciato la novità riguardante la condivisione di dati tra l’app e Facebook. Novità che, però, riguardava solamente i messaggi inviati agli account business su WhatsApp, ma la notizia è circolata come peggio non si poteva.

Molti utenti, ha spiegato WhatsApp, che hanno accettato la nuova normativa, ma le polemiche non sono state poche, tanto che Paesi come l’India avevano preso in considerazione di bannare l’app. L’azienda, inoltre, continua a spiegare: “Continueremo a ricordare agli utenti della possibilità di accettare l’aggiornamento, anche quando decidono di utilizzare funzioni rilevanti come la comunicazione con un business che riceve supporto da Facebook. Speriamo che questo approccio rinforzi la scelta che tutti gli utenti hanno sia che vogliano o meno interagire con un business”.