blank

Iliad è probabilmente l’operatore telefonico che più di tutti si è battuto contro le rimodulazioni, facendo del motto “per sempre” uno dei propri punti di forza e conquistando così milioni di utenti, letteralmente “strappati” alla concorrenza sin dal suo esordio nel nostro mercato, avvenuto esattamente tre anni fa.

Nei giorni scorsi, tuttavia, Iliad ha implementato per alcune specifiche offerte delle nuove Condizioni Generali di Contratto a cui bisognerebbe prestare attenzione. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Iliad modifica alcune condizioni generali di contratto

Facendo un po’ di attenzione a queste nuove condizioni, è possibile notare una significativa differenza: pare, infatti, che l’operatore possa prendere in considerazione l’eventualità di una rimodulazione dell’offerta. In particolare, sul sito dell’operatore telefonico nella sezione Trasparenza Tariffaria sono state inserite delle nuove Condizioni Generali di Contratto che sono valide a partire dal 25 maggio 2021 e soltanto per le offerte lanciate a partire da tale data (ossia Flash 120 a 9,99 euro, Giga 80 a 7,99 euro e Giga 120 9,99 euro). Per tutte le altre offerte continueranno ad applicarsi le precedenti Condizioni Generali di Contratto (disponibili dal 29 maggio 2018).

Da un confronto tra le vecchie e le nuove Condizioni Generali di Contratto di Iliad è emerso che in queste ultime vi è una sola novità nell’articolo 9, quello relativo alle modifiche contrattuali, con il quale viene precisato che: “Iliad si riserva il diritto di apportare modifiche al Contratto, comprese le condizioni economiche (con espressa esclusione di quelle relative alle offerte esplicitamente applicate “Per Sempre”) per i seguenti giustificati motivi e in maniera proporzionata“.

In pratica, in futuro l’operatore potrebbe lanciare delle offerte senza la garanzia “Per Sempre” e, pertanto, con la possibilità di apportare delle rimodulazioni. Le offerte lanciate fino a questo momento, tutte con la clausola “Per Sempre”, saranno invece mantenute ai costi attuali mentre non è chiaro se per le sole offerte lanciate a partire dal 25 maggio 2021 potrebbero essere apportate delle modifiche ai contenuti inclusi.