WhatsApp e il ritorno a pagamento annunciato per messaggio

Tempo al tempo e tutti i nodi vengono al pettine. È stata un po’ questa la trafila di WhatsApp, applicazione all’inizio snobbata ma che in pochi mesi è riuscita a prendere il sopravvento addirittura anche sugli SMS. Stiamo parlando chiaramente di molti anni fa, quando nessuno o quasi credeva che uno smartphone avrebbe potuto poi rivoluzionare la sua vita.

Si trattava di un periodo di intermezzo, una fase di ricambio tra la vecchia e la nuova generazione che è stata marchiata a fuoco da questa piattaforma. WhatsApp ha portato tante nuove soluzioni nella vita di tutti i giorni per ogni utente, passando attraverso alcuni step decisivi. Uno di questi era rappresentato dal pagamento annuale, il quale inizialmente serviva per il sostentamento dell’applicazione che oggi è divenuta plurimiliardaria. Secondo quanto riportato, stando ad alcune lamentele provenienti dal web, si starebbe diffondendo in chat una strana idea.

 

WhatsApp: secondo quanto riportato dal web si potrebbe ritornare a pagamento ma è una bufala

Tu ti ricorderai nel periodo nel quale era necessario con cadenza annuale pagare 0,89 € per avere WhatsApp attivo. Quei tempi sono svaniti da diversi anni, con l’applicazione che risulta gratuita al 100%. Ora qualcuno si sarebbe divertito a lanciare in giro il messaggio che parlerebbe di un ritorno a pagamento proprio di WhatsApp.

Ovviamente non c’è nulla di vero in tutta questa situazione, dal momento che il colosso non ha alcuna intenzione di ritornare sui propri passi. Anzi, ci sarebbero tanti aggiornamenti in arrivo che serviranno a rimodernare un qualcosa di già apparentemente perfetto.