blank

In un momento di ritrovata socialità, in cui finalmente si può uscire a fare aperitivo o a condividere qualche ora di relax con i propri amici, è naturale affollare i bar e i pub per bere qualcosa in compagnia.

Ma cosa fare quando si ha un appuntamento proprio dopo la somministrazione del vaccino anti Covid?

Può sembrare una domanda di scarso rilievo, e in realtà si tratta di una questione molto importante. Benché un solo bicchiere non abbia effetti collaterali, bere in maniera più consistente nel periodo successivo alla dose potrebbe addirittura compromettere la corretta risposta del sistema immunitario.

Vaccino, ecco perché non dovresti esagerare con l’alcol dopo averlo ricevuto

Bere un paio di drink sul momento non è un gran problema. Anzi, secondo uno studio citato dal New York Times potrebbe addirittura migliorare la risposta immunitaria.

Ciò che andrebbe evitato è il consumo continuativo di alcol sul lungo termine, perché potrebbe interferire con la corretta produzione degli anticorpi e quindi nello sviluppo dell’immunità.

«È pericoloso bere grandi quantità di alcol perché gli effetti su tutti i sistemi biologici, compreso il sistema immunitario, sono piuttosto gravi e si manifestano rapidamente non appena si superano i limiti» afferma il virologo Ilhem Messaoudi. Ma al tempo stesso «Chi beve in modo moderato non ha nulla da temere in vista della vaccinazione».

Cosa si intende per “bere in modo moderato”? Per un uomo adulto significa non superare 2 drink al giorno, mentre per una donna la soglia è di un drink al giorno. Chi fa un uso più sostenuto arriva a bere dai 3 drink in su quotidianamente, ed è questo che sul lungo periodo rischia di invalidare il processo di immunizzazione innescato dal vaccino.

Sempre meglio non esagerare, dunque, cercando di restare entro i limiti di un uso responsabile e di modesta entità.

 

VIANew York Times