astrazeneca-vaccino-unione-europea-multa

Come ormai sappiamo, l’Unione Europea ha scelto di fare a meno del vaccino di AstraZeneca. Nello specifico, non è stato rinnovato il contratto con la compagni anglo-svedese, ma ci si aspetta comunque la consegna delle dosi ordinate. Non finisce qui però visto che ormai un ritardo nelle consegne c’è stato. Si parla di una multa da un valore enorme.

L’Unione Europea ha chiesto ad AstraZeneca di pagare 10 euro di penale per dose non consegnata ogni giorno entro la fine di giugno. Si sta parlando di 20 milioni di dosi per più di un mese quindi un totale di più di 6 miliardi di euro. Non è chiaro cosa succederà dopo al fine di questo periodo e tra l’altro il numero di dosi è comunque più basso di quelle che ancora ci spettano visto che l’ordine iniziale era di 300 milioni.

 

AstraZeneca: il fallimento della compagnia

Se anche la cifra sembra enorme, in realtà non lo è più di tanto. Solo per via dei vaccini, dall’inizio della pandemia sono nati nove nuovi miliardari, giusto a sottolineare di quanto sia remunerativo il mercato farmaceutico. AstraZeneca ha fallito nel consegnare tutte le dosi ordinate dall’Unione Europea e di molto tra l’altro. Non solo, è stato sostanzialmente ammesso che per le consegne è stato favorito il Regno Unito quindi di fatto dirottando dosi.

Le parole della Commissione Europea su tutta questa situazione: “L’Unione europea non accetta la consegna tardiva dei vaccini da parte di AstraZeneca e ritiene che questa sia una violazione del contratto. AstraZeneca deve mettersi al passo con il calendario concordato il prima possibile.”

FONTEFinancial Times