SMS

Internet ormai è diventato uno scrigno di opportunità. Nel mondo del lavoro sempre più diffusi sono i millantatori di guadagni facili capaci di rendere milionario anche il primo nullafacente che fa click sulla loro pagina web. Tuttavia esiste un metodo che effettivamente fa portare a casa diversi solidi senza fare nulla. Esistono infatti app che pagano gli utenti se mettono a disposizione i loro SMS. E i pagamenti sono sempre puntuali. Ma c’è da fidarsi? Ecco di cosa si tratta.

 

Come guadagnare soldi facili con gli SMS

Non è uno scherzo e non è certo uno di quegli articoli che si diverte a raggirare gli utenti che lo leggono promettendo senza mantenere. Anche perché in questo caso noi di Tecnoandroid non stiamo promettendo nulla. Esistono app in grado di arrotondare le entrate mensili a chi mette a disposizione i suoi SMS.

Ormai tutti i piani telefonici hanno inclusi molti SMS, per alcuni sono addirittura illimitati. Proprio per questo sono nate app intermediarie tra gli utenti e le aziende pubblicitarie che vendono a queste ultime pacchetti di SMS belli e pronti con il testo, solo da inviare.

Ovviamente incaricato di questo compito sarà l’utente che si renderà disponibile a questo lavoro. Indicando la quantità di SMS che vuole mettere a disposizione, dovrà solo scrivere e inviare ai numeri che gli saranno forniti il messaggio solitamente pubblicitario. Queste app sono solo per dispositivi Android e si possono trovare facilmente all’interno di store non ufficiali. Questo perché Google non ama tali applicazioni e quindi preferisce non pubblicarle sul suo Play Store.

 

Se Google non vuole queste app ci sarà un motivo

Il primo campanello d’allarme sta proprio nel fatto che Google non vede di buon occhio queste app che permettono di guadagnare soldi facili attraverso gli SMS. Di conseguenza ci sarà un motivo alla sua presa di posizione. Esattamente, e più di uno. Ricordate? Nessuno regala niente.

Dovendo inviare più SMS, l’utente renderà disponibile il suo Mobile Subscriber ISDN Number, in altre parole il numero di telefono personale. Ed è da qui che parte tutto. Infatti il mittente non è a conoscenza del destinatario che riceverà il suo messaggio. Inoltre non è da escludere che il contenuto sia spam, come ad esempio le truffe online smishing.

Infine un uso così massiccio di SMS tutti in una volta desta sospetti all’operatore telefonico che, venendo a scoprire l’utilizzo che viene fatto dei messaggi, potrebbe denunciare l’utente e recedere dal piano tariffario.

VIAVia