Windows 10

Windows 10 non smette mai di stupire, purtroppo però in negativo. Il sistema operativo di Microsoft continua a far parlare di sé, ma per i danni che crea ai poveri utenti. Se volete avere problemi allora aggiornatelo. Altrimenti meglio attendere ancora un po’, giusto il tempo che gli sviluppatori risolvano ciò che sta facendo infuriare chi invece ha già aggiornato le sue macchine. 

Il rischio? Si chiama “Temporary User Bug” e vi assicuriamo che non è piacevole! Tuttavia alcuni utenti ci sono incappati e risolverlo non è affar facile, ma è comunque possibile. Ecco tutti i dettagli sui due aggiornamenti di Windows 10 e nel caso come cercare di risolverli. 

 

Windows 10 colpisce ancora, nessuna pietà per i poveri utenti

Secondo quanto riportato da Windows Latest sarebbero due gli aggiornamenti incriminati:

  • Windows 10 KB5001330;
  • Windows 10 KB5001337.

Il primo creerebbe in rari casi proprio il tanto temuto “Temporary User Bug” e solitamente problemi a chi utilizza il PC per il gaming. Ecco come descrive l’attuale problema di Windows 10 l’articolo:

“In rari casi, sembra riemergere il famigerato bug del profilo utente temporaneo. Questo bug è stato segnalato l’ultima volta a dicembre e fondamentalmente crea un nuovo profilo utente quando il sistema operativo si carica dopo aver applicato l’aggiornamento.  Quando ciò accade, i file e le impostazioni dell’utente (come lo sfondo) potrebbero scomparire“. 

Il secondo invece pur non presentando il rischio di un “Temporary User Bug” provoca ciò che ai gamer non piace. Si tratta di cali di FPS nei giochi che, nei casi più importanti si trasforma nella tanto odiata schermata blu. Alcuni utenti hanno anche segnalato problemi quando lo schermo viene condiviso con Discord, ma non è ancora stata confermata la concausa.

Tuttavia nulla è perduto infatti esiste una soluzione alternativa per risolvere il danno qualora l’utente avesse installato i due aggiornamenti di Windows 10 incriminati. La prima cosa da fare è annullarli. Successivamente bisogna spostare manualmente i file dell’utente. Ecco come fare.

 

Ecco come risolvere il problema degli aggiornamenti 

Il nostro consiglio, ovviamente, è quello di evitare di aggiornare Windows 10 alle patch di aprile 2010. Se però il danno è già stato fatto ecco i passaggi per rimuoverle e disinstallarle:

  1. Aprire l’app Impostazioni
  2. Fare clic su “Aggiorna e sicurezza
  3. Cliccare su “Windows Update
  4. Selezionare “Visualizza cronologia aggiornamenti
  5. Cliccare “Disinstalla aggiornamenti“, quindi selezionare KB5001330 e KB5001337 per disinstallare
  6. Riavviare il sistema

Insomma anche questa volta Windows 10 colpisce i suoi utenti. Almeno consola il fatto che non si tratta di problemi irrisolvibili. Non è un periodo facile per Microsoft per una falla dei suoi server è dovuta intervenire l’FBI.

VIAVia