NetflixNetflix non è sicuramente qualcosa di nuovo così come non lo è WhatsApp. La popolarità delle due piattaforme è decisamente poco opinabile in un periodo in cui comunicazione e streaming sono diventati il fulcro del nostro quotidiano.

Proprio a questo sembra abbiano pensato gli hacker quando hanno deciso di diffondere quello che si è poi scoperto essere un temibile malware Android. Si traveste come l’applicazione e gira per le chat mietendo un gran numero di vittime anche dopo la rimozione dallo store ufficiale di Google. Ecco che cosa sta succedendo.

 

Netflix via WhatsApp: attenti all’app che buca il tuo telefono causando ingenti danni

Tutto parte da una nuova app Android rinvenibile inizialmente sul Play Store di BigG. Si presenta come un collegamento diretto a Netflix Italia. Ne replica l’icona ed arriva piano piano al sistema operativo diffondendo un virus che si replica in modo del tutto automatico grazie all’intervento di WhatsApp e dei permessi ad esso attribuiti.

Svela tutto il suo potenziale negativo grazie ad un attacco che punta alla sottrazione di dati personali sensibili in modo del tutto trasparente all’utente. Vengono meno i controlli sulle carte di credito e sull’account della nota applicazione di messagistica istantanea. Di fatto rilascia messaggi indesiderati in gruppi ed a contatti casuali.

Si parla di FlixOnline, dietro cui si nasconde la promessa di un accesso gratuito a Netflix. Dopo averla installata il sistema monitora le attività di messaggistica prima di passare al vero e proprio attacco che si materializza con l’invio di un testo preimpostato che recita quanto segue:

” 2 mesi gratis di Netflix Premium per via del lockdown da Coronavirus* Ottieni 2 mesi gratis di Netflix Premium in tutto il mondo per 60 giorni. Premi QUI https://bit[.]ly/3bDmzUw”.

L’app è stata rimossa ma già scaricata 500 volte. Basta una semplice moltiplicazione per capire la portata del danno considerando il numero di contatti che ognuno di noi dispone in rubrica. Non scaricate l’app per vie traverse, rimuovetela se installata ed effettuate una pulizia del dispositivo con un buon software anti-malware.