truffe In Italia, nell’ultimo periodo, si stanno facendo spazio una quantità di truffe sempre più ampia. Infatti, sono varie le situazioni in cui abbiamo sentito parlare di mail phishing e smishing via SMS. Gli utenti maggiormente colpiti da questi raggiri sono i correntisti delle banche italiane più importanti, ossia Intesa Sanpaolo, BNL e Unicredit.

Le mail e gli SMS inviati agli utenti riescono ad essere davvero molto convincenti grazie anche alla loro perfetta presentazione. Tuttavia, parliamo comunque di contenuti finti che mirano a carpire i dati personali della persona che ha un conto aperto in quella determinata banca. In questo modo, i truffatori hanno la possibilità di accedere all’home banking della vittima indisturbati, rubandogli tutto il denaro.

Il metodo, in entrambi i casi, è lo stesso ed è davvero molto semplice: all’interno della mail, il truffatore invita (obbliga quasi) il titolare del conto corrente ad inserire delle determinate credenziali ad un link che viene fornito stesso da loro. Proprio tramite questo trucchetto, i malfattori riescono ad ottenere tutti i dati di cui hanno bisogno, facendo cadere nell’inganno gli utenti.

Truffe Unicredit, Sanpaolo e BNL: cosa fare in questi casi complicati

Facendo click sul link che ci viene fornito, verremo reindirizzati in automatico ad una pagina fake o della banca o di un’azienda da cui abbiamo effettuato un determinato ordine (in caso di smishing). Facendo più attenzione, però, possiamo accorgerci che c’è qualche particolare della pagina che si discosta leggermente dalle home page reali, ma molte persone ci cascano ugualmente.

Cosa fare in questi casi? L’abbiamo accennato sopra, è necessario fare più attenzione. È importante saper riconoscere questi fenomeno nel caso in cui ci capitano e prontamente evitarli, andando a cancellare le mail o i messaggi che ci vengono inviati. Un’altra cosa utile che possiamo fare è bloccare il mittente, così che non ci invierà più nulla del genere.