banche migliori Italia

Pericoli imminenti per i correntisti delle più importanti banche italiane. I clienti di BNL, Intesa Sanpaolo e Unicredit nel corso di questi ultimi mesi sono spesso stati vittime di una serie di attacchi hacker con conseguenze spesso critiche.

 

Banche, gli hacker all’attacco di BNL, Unicredit, Intesa Sanpaolo

A dare il via ai tentativi di truffe per i correntisti delle banche vi sono spesso finte mail finti SMS. I malintenzionati, fingendosi personale di BNL, Unicredit e Sanpaolo inviano ai clienti delle comunicazioni fasulle, talvolta su una possibile chiusura forzata del conto, altre volte su spese folli registrate sul proprio conto.

Lo scopo principale degli hacker è spingere i lettori a cliccare su un link che viene lasciato in allegato agli stessi messaggi. Grazie al link, i malintenzionati possono dar seguito al loro tentativo di phishing.

Ci sono diverse ipotesi di truffe per i clienti delle principali banche italiane. Nella migliore delle occasioni, i malintenzionati si limitano soltanto alla condivisione dei dati riservati per occasioni commerciali e pubblicitarie. Attenzione anche alla possibile attivazione di servizi a pagamento sul proprio profilo tariffario. Tanti clienti con schede di TIM, Vodafone e WindTre si sono ritrovate, proprio a causa di queste truffe, senza credito residuo.

L’occasione sicuramente più spiacevole è quella che riguarda i risparmi. In alcune circostanze, proprio queste finte comunicazioni sono utili agli hacker per accedere alle credenziali home banking delle possibili vittime. Come noto, la condivisione non voluta delle credenziali per l’home banking mette a serio rischio i fondi sui conti correnti.