fossile

Le scoperte scientifiche non smettono mai di stupirci in moltissimi ambiti. Uno di quelli che affascina moltissimi lettori è indubbiamente il mondo della paleontologia, nello specifico nel ritrovamento di fossili di dinosauri. Recentemente è stata fatta una scoperta molto interessante circa il più grande animale che, per quanto ne sappiamo oggi, abbia mai camminato sul nostro pianeta.

Dinosauri, il fossile di titanosauro avrebbe 98 milioni di anni

Questo sauropode titanosauro è vissuto nel Cretaceo inferiore, e il suo fossile è stato portato alla luce nel 2012 nella provincia di Neuquèn, in Argentina. L’esemplare ha preso il nome di MOZ-Pv 1221, e ha circa 98 milioni di anni. La rivista Cretaceous Research ne ha pubblicato gli studi che lo hanno analizzato. Gli studiosi sono esperti del Consejo Nacional de Investigaciones Cientiìficas y Técnicas (CONICET). Il gruppo ha analizzato le 24 vertebre della coda e alcune ossa pelviche del dinosauro. Alejandro Otero del CONICET ha rilasciato la seguente dichiarazione:

Pensiamo che si tratti di titanosauro, uno dei grandi sauropodi, caratterizzato dalle enormi dimensioni, dalle zampe e dalla coda allungata, ma i fossili non sembrano corrispondere con gli altri resti di sauropodi conosciuti, per cui, anche se per ora non abbiamo modo di dimostrarlo, potrebbe anche trattarsi di una nuova specie.

Inoltre aggiunge: “L’esemplare rinvenuto può essere considerato uno dei piu’ grandi titanosauri. E’ infatti probabile che raggiungesse una lunghezza di oltre 37 metri e pesasse circa 55-57 tonnellate. Se tali risultati venissero confermati, il primato della balenottera azzurra come animale piu’ grande della Terra, con i suoi 33,6 metri, verrebbe superato da questa specie”.

Il team ha analizzato i resti trovati negli strati di roccia della Formazione Candeleros, una formazione rocciosa che risale al Cretaceo superiore. Il dinosauro è rimasto piuttosto intatto e questo suggerisce agli esperti che nelle zone limitrofe potrebbero emergere altre ossa dello scheletro.