BNL, Intesa, Unicredit

Una truffa può mettere in seria difficoltà tutti i correntisti di BNL, Intesa Sanpaolo Unicredit. Tante segnalazioni da parte di clienti degli istituti bancari stanno giungendo ai servizi di assistenza al pubblico e ai call center. Purtroppo, continua il fenomeno che già si è accreditato nelle scorse settimane con una serie di malintenzionati che, utilizzando senza permesso i nomi di BNL, Intesa ed Unicredit, cercano di ingannare i correntisti.

 

 

BNL, Intesa, Unicredit: tutti i correntisti rischiano con questo SMS

Il metodo scelto dai cybercriminali è sempre lo stesso: inviare ai lettori SMS o messaggi WhatsApp caratterizzati da toni allarmistici. Come oggetto di queste comunicazioni c’è spesso la chiusura unilaterale del conto (chiusura ovviamente finta) o la fatturazione di spese non effettuate. Chi legge, subito spinto dal contenuto del messaggio, è portato a cliccare su un link in allegato, aprendo le porte al phishing. 

I malintenzionati della rete hanno rodato oramai questo sistema. Nel migliore dei casi per i lettori, i cybercriminali riescono ad accedere ad una serie di informazioni personali dei correntisti Unicredit, BNL, Intesa che saranno poi rinvenute per fini pubblicitari. Peggiore, invece, è l’evenienza che porta all’attivazione di servizi a pagamento. In questo caso le conseguenze saranno visibili sul credito residuo per i clienti TIM, Vodafone e WindTre.

Infine c’è il pericolo maggiore, che ovviamente è quello dei risparmi. Uno degli obiettivi di questi malintenzionati è quello di hackerare le credenziali home banking dei correntisti BNL, Unicredit, Intesa. In questo modo sarà anche possibile per loro rubare soldi in pochi secondi.