iphone-esplosione-batteria-apple

Spesso e volentieri ci si dimentica di come gli smartphone possono tranquillamente risultare dei dispositivi pericolosi. Tutto il pericolo si nasconde dietro le batterie dei suddetti. Le batterie a ioni di litio possono esplodere, un’eventualità che viene causata da diversi problemi e negli anni lo abbiamo visto diverse volte. Praticamente nessun modello si salva, neanche gli iPhone di Apple, l’importante e come si comporta successivamente il produttore.

Nel 2019 a uomo australiano esplose l’iPhone X mentre si trovava in tasca. Il risultato fu avere ustioni gravi, di secondo grado, sulla gamba. Se già questo non fu abbastanza, secondo il proprietario Apple non fece un granché. Adesso ha deciso di fare causa al colosso statunitense per il presunto fallimento di prendersi delle responsabilità.

 

iPhone X: l’esplosione dello smartphone

L’evento risultò abbastanza surreale. All’inizio sentii solo un piccolo dolore alla gamba, ma niente di così preoccupante da far accorgere l’uomo di quello che stava realmente accadendo. Successivamente percepì un suono particolare e dopo ancora un piccolo scoppio. Allora il dolore divenne più intenso ed allora fu chiaro cosa stava accadendo. L’uomo guardò giù e vide del fumo nero uscire dalla tasca dove era presente il suo iPhone X.

A causa di questo evento l’uomo decise di contattare Apple a causa dell’esplosione dell’iPhone. Non ci fu mai una risposta da parte dell’azienda e questo ha portato il proprietario a scegliere di intraprendere una via legale. Secondo lui il telefono era stato trattato perfettamente. Il punto è proprio questo. A parte errori madornali, come i Galaxy Note 7 di Samsung, l’esplosione di una batteria è imprevedibile, ma se succede sarebbe cosa buona e giusta offrire un minimo di supporto alla vittima dell’incidente.

FONTEUbergizmo