BNL, Intesa, Unicredit

Attenzione alla maxi truffa. Tanti clienti di BNL, Intesa Sanpaolo ed Unicredit ancora in queste settimane stanno ricevendo dei messaggi particolarmente insidiosi che nascondono tentativi di raggiro da parte di alcuni malintenzionati.

Molti malintenzionati della rete, consolidando una pratica, già ben nota nelle settimane e nei mesi scorsi stanno utilizzando – ovviamente senza consenso – il nome di importanti istituti bancari come BNL, Intesa ed Unicredit. L’obiettivo è truffare i correntisti delle banche attraverso messaggi dai toni allarmistici inviati o tramite WhatsApp oppure semplicemente via SMS.

 

BNL, Intesa, Unicredit: la maxi truffa che coinvolge i correntisti

La natura di questi messaggi è pressoché la stessa. Le comunicazioni hanno come oggetto eventualità ovviamente false come la chiusura unilaterale del proprio conto corrente o ancora la fatturazione sul conto di spese non effettuate. I lettori, spinti dalla curiosità ed anche dal rischio del pericoli, sono chiamati a cliccare su un link. Grazie al link i cybercriminali riescono a realizzare il loro tentativo di phishing. 

Un primo obiettivo di chi condivide questi messaggi è quello di ottenere dati sensibili e privati dei correntisti Unicredit, BNL, Intesa da rivedere poi a scopo pubblicitario. Attenzione, inoltre, anche all’attivazione in automatico di servizi a pagamento che potrebbero portare ad ingenti perdite di credito sui profili telefonici TIM, Vodafone e WindTre.

Il rischio maggiore però resta quello legato ai propri risparmi. Il fine ultimo di questi SMS truffa è impossessarsi delle credenziali di home banking dei correntisti BNL, Unicredit, Intesa. I malintenzionati una volta ottenute queste informazioni hanno gioco facile nel rubare soldi direttamente dai conti correnti.