Elon Musk, Tesla, Model S, Model 3, Model X, Model Y, Tesla Semi, Cybertruck, Roadster

In queste ore Tesla ha confermato di aver acquistato circa 1,5 miliardi di dollari in Bitcoin. La transazione è stata autorizzata dalla Securities and Exchange Commission (SEC), l’ente governativo americano preposto al controllo.

La motivazione ufficiale di questo investimento è la volontà dell’azienda californiana di diversificare il proprio portafoglio. In questo modo infatti si punta a massimizzare il rendimento della liquidità.

Considerando l’ingente quantità di denaro investita da Tesla e soprattutto la visibilità di Elon Musk, il valore dei Bitcoin è salito immediatamente dopo l’annuncio. La criptovaluta ha registrato un incremento del 14% raggiungendo così un nuovo record. Il valore della moneta virtuale ha superato i 44 mila dollari americani. 

Tesla investe in Bitcoin e presto li accetterà come forma di pagamento

Ma non è tutto, questo investimento da parte di Tesla apre uno scenario molto particolare. L’azienda potrebbe presto abilitare i pagamenti tramite Bitcoin. Gli utenti quindi potranno acquistare uno dei veicoli elettrici offerti dalla casa automobilistica direttamente in criptovalute.

Al momento non è stata indicata una data precisa ma Tesla promette che il tutto avverrà “nel prossimo futuro”. Inizialmente il servizio sarà limitato per testarne la validità e l’efficacia, ma poi potrebbe essere aperto e includere più veicoli o criptomonete.

Quasi certamente questo investimento è legato alla passione personale di Elon Musk per le criptovalute. Infatti nei giorni scorsi, il fondatore di Tesla ha pubblicato molti Tweet a riguardo, confermando il suo supporto ai Bitcoin. In seguito, l’account ufficiale del brand automotive ha aggiunto l’hashtag #Bitcoin al proprio profilo ufficiale. Infine, è arrivata la conferma dell’investimento.