blank

Come spesso accade per consentire lo sviluppo della rete telefonica e della telefonia in generale, il Ministero Dello Sviluppo Economico ha aggiornato la lista dei prefissi telefonici assegnati ai singoli operatori autorizzati ad emettere SIM telefoniche.

I nuovi prefissi elargiti dal MISE dunque, verranno assegnati ai vari operatori che li useranno per la nuova generazione di di utenze mobili per assegnare loro ovviamente un nuovo numero id telefono unico, i prefissi sono già disponibili.

La maggioranza delle nuove numerazioni riguardano soprattutto gli operatori virtuali, come PosteMobilePlintron (che aggrega gli operatori virtuali Rabona Mobile, NTMobile e NoiTel), Kena Mobile (gruppo TIM) e Very Mobile (gruppo WindTre).

Da sottolineare la sparizione del prefisso telefonico 3216, che era di Acotel Spa,  ufficialmente abbandonato quando l’azienda è stata acquisita da Soflab.

I nuovi prefissi

Partiamo parlando di PosteMobile, l’azienda di Poste aveva già nell’arsenale i prefissi 3711, 3713, 3714 e 3715, dal 5 febbraio ottiene anche il prefisso 3716.

Cambiano proprietà, ma in pratica restano assegnati a Kena Mobile, i prefissi telefonici 3500, 3501 e 3505, si tratta infatti di una semplice modifica di proprietà societaria: i numeri erano di Nòverca Srl e ora diventano proprietà di Telecom Italia.

Stesso discorso per quanto riguarda i prefissi assegnati al gruppo societario Wind Tre Spa, che riunisce quelle che un tempo erano Wind, Tre e H3G, senza dimenticare l’operatore virtuali Very Mobile, i prefissi del gruppo sono ora 320, 324, 327, 328, 329, 373, 388, 389, 391, 392 e 393.

Le nuove numerazioni assegnate dal MISE sono già state distribuite e dunque sono già attive a tutti gli effetti, gli utenti dunque potrebbero già ricevere uno di questi numeri all’attivazione di una nuova SIM.