batteria AndroidNon molto tempo fa abbiamo arginato ogni dubbio in merito ai passi da seguire per garantire l’integrità nel tempo della batteria Android. Ne abbiamo discusso a questo indirizzo. Nonostante tutti i consigli dispensati arriva il momento in cu il nostro telefono inizia a fare i capricci richiedendo un intervento mirato per ripristinare l’autonomia del dispositivo.

Capita spesso, infatti, che un telefonino mostri una percentuale di batteria e smetta di funzionare dopo pochi minuti. In tal caso è necessario adottare una contromisura ben mirata che prende il nome di calibrazione Android. Tutto torna alla normalità senza spendere nulla se non qualche minuto di tempo. Ecco come fare.

 

Qui c’è la procedura per calibrare la batteria di qualsiasi smartphone Android

Proprio come le automobili anche i telefoni non garantiscono energia se permangono in uno stato di inerzia energetica. Anziché cambiare la batteria portando in assistenza il dispositivo possiamo tentare un arrangiamento di fortuna con un intervento diverso dal consueto. Qui i passi necessari:

  • utilizzare lo smartphone Android fino a portare la batteria a completo esaurimento (il telefono non deve riuscire a completare il boot)
  • inseriamo il caricabatterie
  • lasciamo il telefono in carica fino al 100% con caricabatteria connesso
  • continuiamo a caricare aspettando ulteriori 2-3 ore dopo la ricarica completa
  • trascorso questo tempo stacchiamo il cavetto per 10-15 minuti lasciando spento il dispositivo
  • adesso ricolleghiamo il cavo (smartphone ancora spento) per ulteriori 10-15 minuti
  • con ancora il telefono in carica accendiamolo fino a completare l’accesso al sistema
  • adesso stacchiamo il caricabatterie

Bisogna ripetere il processo a cadenza mensile. Nell’ipotesi di insuccesso l’unica strada resta la sostituzione della batteria. Fateci sapere se funziona lasciandoci un commento.