Vodafone

Vodafone e Ast SpaceMobile stanno lavorando per garantire la connettività ovunque. In effetti sono ancora molte le aree che nel mondo non sono raggiunte dalla connessione mobile. Con questo nuovo programma, entro il 2023, il segnale 4G e 5G dovrebbe raggiungere i maggiori paesi delle zone equatoriali anche quelle remote. Tutto questo senza l’uso di terminali satellitari.

 

Vodafone e Ast SpaceMobile in corsa per connettere tutto il mondo

Oggi più di cinque miliardi di persone perdono costantemente il segnale entrando ed uscendo dalla copertura wireless. Questo succede perché viaggiando, molte aree non sono coperte dalla rete mobile. Vodafone e Art SpaceMobile realizzeranno la prima connessione 4G e 5G per smartphone utilizzando la rete spaziale.

Quindi, stando a quanto promesso, a breve si potrà dire addio non solo ai sistemi di antenne terrestri, ma anche ai costosi telefoni satellitari. Basterà il proprio smartphone per non perdere il segnale e poter quindi comunicare senza problemi. Inoltre rientrerebbero anche le aree particolarmente ostiche.

La conquista dello spazio continua e questa volta non per studiare l’origine del sistema solare. Ricerca e lavoro sono messi in campo per sviluppare servizi che migliorino la vita delle persone.

Ecco come Shameel Joosub, Ceo di Vodacom Group ha descritto il progetto. “Fornire una copertura mobile a prezzi accessibili per tutti richiede una miscela di tecnologie e infrastrutture, dai tradizionali alberi alle piccole celle, palloni e satelliti ai margini dello spazio”.

Ast SpaceMobile, in collaborazione con Vodafone, colmerà le lacune di copertura mobile in tutto il mondo. Finalmente il roaming sarà senza interruzioni di linea. Infatti sempre Shameel Joosub ha dichiarato: “Mentre abbiamo aggiunto siti di reti rurali profonde per connettere comunità remote senza alcuna copertura, la mancanza di alimentazione in alcune aree crea ostacoli insormontabili. Ast SpaceMobile garantirà che le comunità remote in molti paesi dell’Africa subsahariana possano avere accesso ai più recenti servizi digitali”.

Non mancheranno certo investimenti e sovvenzioni da svariati milioni di euro. Tuttavia questo progetto garantirà copertura di segnale anche in aree difficili. Zone dove trovarsi in difficoltà, vuol dire mettere a rischio la vita e una sola telefonata risolverebbe tutto.