mercedes-benzIn questo periodo di pandemia abbiamo spesso esposto delle vicende che erano alquanto assurde. Oggi, purtroppo, ne parliamo di un’altra davvero estrema: sembra che un ex dipendente di Mercedes-Benz, appena ha ricevuto la notizia del suo licenziamento in seguito ad un taglio di personale del 10-15 percento deciso dall’azienda, si sia arrabbiato non poco, sfogandosi in una maniera davvero inaspettata per tutti.

 

 

Mercedes-Benz: i danni arrecati dall’uomo sono stati decisamente ingenti

Di fatto, questo individuo, un trentottenne ex dipendente presso lo stabilimento Mercedes-Benz di Vitoria, in Spagna, ha pensato (male) di sfogare tutta la sua rabbia salendo su un escavatore e danneggiando significativamente 50 veicoli commerciali Mercedes fermi nel parcheggio. Il mezzo di lavoro che è andato a prendere non si trovava neanche molto vicino: distava infatti a ben 21 chilometri dall’impianto di produzione dove lavorava.

La notizia è stata anche riportata su Twitter, dove sono state postate anche tutte le immagini dell’accaduto. Oltre alle foto postate sul noto social network, però, pare ci sia un particolare ancora più agghiacciante. L’ex dipendente aveva intenzione di fare addirittura peggio, pensando di fare irruzione nella fabbrica e mandare offline tutte le linee produttive. Tuttavia, in questo caso, non è riuscito nella sua impresa.

I media locali si sono sbizzarriti sul serio, facendo calcoli su quanti danni in euro avesse fatto l’uomo. Dunque, secondo quanto stimato, i danni sono addirittura superiori a 2 milioni di euro. Fortunatamente, ad essere distrutte sono state solo le macchine e non c’è alcun ferito che sarebbe potuto rimanere vittima dell’ira dell’uomo, questo poiché il tutto è avvenuto in un orario non lavorativo.