truffe

Sono frequenti le truffe ai danni dei correntisti italiani. Di fatto, in questi giorni, molti utenti sono tempestati dalle mail fasulle provenienti da numerosi malfattori, che si fingono di essere operatori dei principali gruppi bancari italiani. Spesso, i truffatori si fingono operatori di Intesa Sanpaolo, BNL e Unicredit. E non solo, sfruttano anche il nome di Poste Italiane, per chi ha PostePay, e PayPal.

Vedendo meglio la situazione nel dettaglio, nel corpo della mail è possibile leggere una comunicazione estremamente allarmante che riguarda il nostro conto corrente. Di solito, i malfattori vogliono avvisarci in maniera del tutto falsa che il nostro conto corrente sta per essere bloccato o c’è il blocco di un importante accredito in arrivo.

 

Truffe Unicredit, Sanpaolo e BNL: come difendersi dagli attacchi di phishing

Come detto anche sopra, la tecnica più utilizzata è quella del phishing. La suddetta è anche la più semplice che può essere messa in pratica per compiere attacchi informatici, essendo che non vengono installati virus sul dispositivo, ma si convince semplicemente la persona che si vuole truffare a dare le proprie credenziali di accesso.

Una delle azioni indicate nella mail, di fatto, è proprio quella di accedere al proprio conto corrente tramite un link che vi forniranno stesso loro. Vi comparirà una pagina praticamente uguale a quella della vostra home banking, ma in realtà è gestita dai truffatori.

Una volta inserite che credenziali di cui hanno bisogno, la truffa è completata immediatamente. Di modi per difendersi ne esistono e come, basta assicurarsi che l’indirizzo mail per esteso del mittente coincida a quello di uno dei contatti ufficiali della banca. Oppure, una cosa a nostro avviso da fare sempre, è diffidare sempre dal cliccare a link sospetti.