contatori modificati

Non tutti gli italiani sono sempre ben disposti a pagare le tasse. Tuttavia, come ben sappiamo, c’è l’obbligo assoluto di pagarle. Questo anche perché nel momento in cui dovessimo evitare di farlo, non potremmo accedere a dei servizi importanti per far funzionare, ad esempio, un’abitazione. Purtroppo, però, molte persone trovano sempre dei nuovi modi per provare a non pagarle. Proprio nell’ultimo periodo a Roma, grazie ad un’operazione della Polizia di Stato, c’è stato l’arresto di diverse persone. Il motivo? La manomissione di tantissimi contatori. Ma come avvenivano queste modifiche? Scopriamolo di seguito.

Contatori modificati: la truffa del magnete continua a dilagare in Italia

La manovra di cui vi stiamo per parlare è totalmente illegale e non è neanche difficile da rilevare dalle Forze dell’Ordine. Infatti, proprio per questo, molti truffatori cercano di utilizzare dei metodi più sofisticati, come modifiche via software. Ritornando alla truffa di cui vi vogliamo parlare, ovvero la “truffa del magnete“, questa è molto diffusa in tutta Italia e prevede il posizionamento di un grosso magnete sopra o di fianco al contatore. Così facendo, il suddetto rallenta i suoi giri o, in alcuni casi, li blocca completamente. I rischi che si corrono sono davvero grossi: si parla di una reclusione da 6 mesi a 3 anni e una multa da 103 fino a 1032 euro.

Infine, abbiamo il dovere di segnalare un qualcosa che ha del clamoroso: in seguito a perquisizioni personali e locali, sono stati scovati degli oggetti alquanto strani in dotazione alle aziende. Gli elementi trovati erano rilevatori, punzonatori e misuratori. Questo stava a significare che alcuni dei tecnici presenti sul campo erano d’accordo con i malfattori.