Apple Watch salva la vita a un ragazzo 25enne

Tutti i dispositivi indossabili presentati in questi ultimi anni dispongono al loro interno di svariate sensori e funzioni che permettono agli utenti di monitorare diversi parametri legati al nostro organismo e alla nostra salute. Fortunatamente, uno di questi wearable è riuscito a salvare la vita a un ragazzo di 25 anni. Nello specifico, il ragazzo già affetto dalla malattia denominata “atassia di Friedreich” è riuscito a salvarsi grazie ad una segnalazione proveniente dal proprio Apple Watch.

 

Apple Watch salva la vita ad un ragazzo 25enne

Gli smartwatch di casa Apple, cioè gli Apple Watch, sono da sempre prodotti tecnologici di altissima qualità e dispongono ovviamente di numerosi sensori e funzioni per monitorare vari parametri per il benessere della nostra salute e del nostro organismo. Come già accennato, uno di questi smartwatch è riuscito a salvare letteralmente la vita ad un ragazzo di nome di Zachary Zies di 25 anni proveniente dal Connecticut. Il ragazzo in questione era già affetto da una grave malattia e in seguito ha ricevuto dal suo smartwatch un avviso riguardante la propria salute.

Nello specifico, il suo Apple Watch stava misurando la frequenza cardiaca e ha subito segnalato un valore piuttosto allarmante e chiaramente non nella norma (aveva infatti misurato 210 battiti al minuto con una frequenza cardiaca a riposo). In seguito alla segnalazione dello smartwatch di casa Apple, il ragazzo del Connecticut si è recato prontamente da un medico specializzato. Quest’ultimo ha subito sottoposto il ragazzo ad una procedura chiamata “ablazione arteriosa”.

Da tutto ciò possiamo dunque capire come l’Apple Watch sia stato di vitale importanza per questo ragazzo di 25 anni. Se non si fosse accorto di questa irregolarità del battito cardiaco grazie allo smartwatch, infatti, avrebbe corso il rischio di stare ancora più male e forse di morire.