truffe unicredit bnl sanpaolo money mules

I rischi che in questi giorni corrono tutti i clienti BNL, Unicredit ed Intesa Sanpaolo sono potenzialmente molto alti. Sui dispositivi di molti correntisti è arrivato infatti un SMS molto pericoloso da parte di alcuni intenzionati. Questa comunicazione (talvolta inviata anche via mail, oltre che attraverso SMS) espone ad un ingente pericolo.

 

BNL, Unicredit e Sanpaolo: attenzione all’SMS che mette in pericolo i vostri risparmi

Il presunto messaggio inviato sotto la falsa firma degli istituti bancari BNL, Unicredit e Sanpaolo ha come oggetto le nuove direttive online per i pagamenti digitali, i regolamenti PSND2. 

La strategia da parte dei malintenzionati è sempre la stessa. Attraverso l’SMS, agli utenti viene chiesa la condivisione dei propri dati riservati ed anche delle proprie informazioni d’accesso sui siti BNL, Unicredit, Sanpaolo. La tecnica è quindi quella consolidata del phishing. 

Per chi condivide le informazioni, i pericoli sono dietro l’angolo. Nella migliore delle occasioni, il rischio (sempre da non sottovalutare) è la condivisione dei propri dati anagrafici e personali per fini pubblicitari. Ancora, i cybercriminali potrebbero anche attivare in automatico alcuni servizi a pagamento sulle propria SIM di TIM, Vodafone, WindTre.

Questi pericoli però sono nulla rispetto allo scenario peggiore. Chi condivide le credenziali di accesso al conto con i malintenzionati che si nascondono dietro questi messaggi può veder prosciugati tutti i propri risparmi.

I gruppi per la sicurezza online di BNL, Unicredit e Sanpaolo già si stanno occupando della questione per cercare di fermare tali dinamiche di phishing. Le banche, che ovviamente sono parte lesa della questione, intanto consigliano agli utenti di fare molta attenzione su tal genere di contenuti e di comunicare con i servizi assistenza in caso di messaggi anomali.