aumenti offerte TIM WindTre VodafoneTante offerte di TIM, WindTre e Vodafone aumentano per i clienti a partire da queste ultime settimane. Le rimodulazioni sono già partite per tanti servizi telefonici che vengono a costare inevitabilmente di più e costringono l’utenza al recesso dalle opzioni per scegliere promozioni più convenienti. Ecco quali sono quelle che sono state contestate dagli utenti dopo la decisione degli operatori.

 

Offerte TIM, WindTre e Vodafone ritoccate per costare di più: ecco quali sono

WindTre è il gestore più incline agli aumenti. A partire da questo autunno non garantirà l’uso di SIM a consumo con l’onere imposto di una tariffa Wind Basic New che costa 4 euro al mese. Garantirà l’uso di chiamate, Internet ed SMS ma non consentirà di accumulare il traffico per il mese successivo. Un vero e proprio salasso per coloro che fino a questo momento avevano utilizzato la formula zero vincoli. Una stangata che colpisce coloro che realmente non necessitano di una tariffa flat con scadenza tariffaria prefissata.

Nemmeno con TIM e Vodafone la situazione migliora. dal 1 ottobre 2020, infatti, i clienti TIM di rete fissa assorbono un aumento da 1,90 euro al mese se rientranti nei contesti tariffari seguenti: Tutto Voce, Tutto Voce con Sconto Fedeltà, Tutto Voce con Sconto Special e Voce senza limiti. La versione Tutto Voce Superspecial e Linea ISDN fa conto in pari arrotondando con un aumento di 2 euro.

Si fa presente che in caso di cambiamenti improvvisi ai termini economici e di servizio stabiliti con il contratto è possibile esercitare – nei limiti e nelle modalità della Legge vigente – il diritto di recesso gratuito tramite raccomandata AR, PEC o Call Center a decorrere dalla data dell’informativa.