Dopo aver mostrato una under-screen-camera e introdotto il primo sensore da 108 megapixel al mondo su uno smartphone, Xiaomi continua a costruire tecnologie volte a rivoluzionare il mondo della fotografia mobile. Questa volta, il colosso cinese sta lavorando ad un qualcosa di realmente innovativo e a comunicarlo è stata l’azienda stessa.

Xiaomi sta lavorando ad una nuova fotocamera retrattile per smartphone

Xiaomi ha in cantiere un obiettivo retrattile ad ampia apertura a 120 mm ed un telemacro a 50 mm. L’azienda ha affermato che, nel realizzare questa tecnologia, si è ispirata al “design tradizionale delle fotocamere” che ha “ottimizzato con un’apertura maggiore e uno stabilizzatore aggiornato” per ritratti migliori e scatti belli nitidi anche in condizioni di scarsa illuminazione. A prova di ciò, tuttavia, Xiaomi non ha condiviso alcuna immagine campione.

In un video pubblicato sul suo account Twitter, Xiaomi ha mostrato uno smartphone con un corposo modulo fotocamera ed un’immagine ravvicinata dell’obiettivo che entrava e usciva dal dispositivo. Il movimento è stato abbastanza rapido, con l’obiettivo che appare completamente esteso e retratto in un secondo.

La società ha anche pubblicato un video che mostra come funzionerebbe il suo obiettivo telemacro, che dovrebbe garantire colori nitidi e luminosi anche nelle foto super ravvicinate. Il telemacro risulta dalla fusione di un teleobiettivo e un obiettivo macro e, oltre ad uno zoom super ravvicinato, consente agli utenti di regolare la messa a fuoco.

Nessuna dichiarazione ufficiale da parte di Xiaomi su quando sarà possibile vedere questa tecnologia su di uno smartphone reale. Di certo non in un futuro così prossimo.