Diesel batte auto elettriche

In questi ultimi anni le auto elettriche hanno vissuto un periodo di vera e propria ascesa, i veicoli spinti ad elettroni infatti, grazie ad un binomio che sposa benissimo efficienza ed affidabilità, hanno saputo conquistare una fetta di utenza invidiabile, conquistata dalla nuova tecnologia.

Tutto ciò ha ovviamente spinto le aziende a progettare per poi produrre un numero sempre crescente di modelli, in modo da imbastire un listino competitivo e concreto, in quella che si è delineata come una vera e propria gara a bandiere verdi verso il mercato delle vetture elettriche.

Nonostante questo però, il mercato continua a sentenziare come vincitore indiscusso della competizione il motore Diesel, il quale continua a mantenere standard di produzione e vendita imparagonabili a qualunque altra categoria, vediamo insieme perchè gli utenti continuano a preferirlo.

Vari motivi ma stessa base

Per capire bene le motivazioni di questo dominio incontrastato e a quanto pare incontrastabile bisogna mettersi nei panni di un possibile acquirente in cerca di una nuova vettura, esso sicuramente tiene alla salute dell’ambiente, ma deve tirare i conti anche con la salute del proprio portafogli, infatti i motivi alla base sono vari ma fanno capo sempre e comunque ad uno sfondo economico.

Le auto elettriche in quanto basate su una tecnologia recentissima sono caratterizzate da un prezzo, da quello di listino a quello di gestione/manutenzione molto più elevato rispetto a quelli offerti dai motori Diesel che, seppur di vecchia concezione, risultano più collaudati e quindi soffrono di minori guasti e ripararli costa meno.