Bollo auto e multe: verranno eliminati o continueranno ad esserci?

Finalmente è stata attuata la cancellazione di bollo auto e multe prese con la propria auto. Peccato che assieme all’ “eliminazione” delle tasse e dei debiti, approderanno gli interessi di mora. In tutto ciò la Corte di Cassazione interverrà per tutelare coloro che si sono dimenticati di pagare il bollo auto e le multe. Questa ha inoltre proposto di chiudere i contenziosi inseriti tra il 2000 e il 2010. Nel mentre si potranno considerare annullati tutti i debiti per i 1.000 euro abbonati ai cattivi pagatori.

Con tale vittoria del bollo auto, verrà decretata anche una nuova ordinanza n. 28072/2019, che ha messo fine al pressing dell’Ente di Riscossione Crediti.

Il premier Giuseppe Conte ha sottolineato: “Questo crea un precedente, per futuri problemi collegati alla gestione dei vari capitali. Chiudere un occhio sul fatto dei debiti permettere l’agevolazione del reato. Ciò mette in atto una mancanza dei capitali dello Stato, ed un precedente di molta importanza per poter gestire la pubblica Amministrazione.

 

Bollo auto e multe: chi verrà esentato dalla cancellazione?

Ma non finisce qui, perché diverse regioni stanno per mettere il bollo auto completamente gratuito per i contribuenti (o comunque sarà aggiunta una posticipazione dei pagamenti).

Cosa succede nelle varie regioni d’Italia?

  • Lombardia: sospensione per il periodo 8 marzo – 30 settembre. Pagamento da effettuare entro il 31 ottobre 2020;
  • Campania: sospensione per il periodo 1 giugno – 31 agosto. Pagamento da effettuare entro il 30 settembre 2020;
  • Abruzzo, Marche, Calabria, Liguria e Valle D’Aosta: sospensione fino al 30 giugno, pagamento da effettuare entro il 31 luglio;
  • Piemonte: sospensione fino al 31 maggio 2020, pagamento entro il 15 luglio 2020;
  • Sicilia: sospensione nel periodo compreso tra l’ 8 marzo ed il 2 novembre. Pagamento entro il 30 dicembre 2020;
  • Provincia autonoma di Trento: sospensione fino al 31 ottobre 2020, pagamento entro il 30 novembre;
  • Lazio, Toscana, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Provincia autonoma di Bolzano: proroga del pagamento scaduta al 30 giugno 2020;
  • Calabria, Liguria e Valle D’aosta: sospensione fino al 30 giugno, pagamento entro il 31 luglio 2020.
  • Puglia, Umbria, Molise, Basilicata e Sardegna: nessuna proroga al pagamento.

Per gli ultimi aggiornamenti tornate su Tecnoandroid.