blank

Le recensioni dei prodotti e le valutazioni a stelle per gli acquisti online sono il più importante indicatore di affidabilità per i consumatori. Amazon sta cercando di trovare modi migliori per combattere le recensioni false, ma ha affrontato a lungo ostacoli significativi in ​​questa battaglia.

Recenti studi condotti dall’analizzatore di recensioni ReviewMeta, mostrano che le recensioni false di Amazon sono in aumento. Affermano di aver trovato 1,8 milioni di recensioni non verificate, di cui il 99,6% valuta con 5 stelle. Per i marchi che scelgono di essere trasparenti, queste false recensioni di Amazon non solo sono scoraggianti, ma potrebbero anche metterli fuori mercato.

I consumatori dovranno continuare ad affinare le loro capacità di acquisto su Amazon. Tenersi informati e avere una migliore comprensione di come funzionano le recensioni false di Amazon potrebbe essere l’unico modo per mantenere rilevante questo scambio tra i consumatori.

La battaglia in corso di Amazon contro le recensioni false

Quando è stata l’ultima volta che hai comprato qualcosa di valore, senza guardare le recensioni? Sta diventando molto raro acquistare un prodotto o un servizio senza farlo.

In un mondo online ossessionato dalle valutazioni a stelle e dalle recensioni, le recensioni false sono un’attività redditizia per i venditori contraffatti. È un gioco da ragazzi: chi ottiene il maggior numero di recensioni viene visto per primo, il che alla fine genera più vendite.

I nomi inequivocabilmente amazonverifiedreviews.com, paidbookreviews.org e amazonreviewsstar.com hanno tutti riscontrato sfide legali da Amazon negli anni precedenti.

Anche altri siti, dove le persone hanno offerto i loro servizi per scrivere recensioni per contanti, hanno incontrato opposizione. Il Guardian ha riferito nel 2015 che Amazon ha affermato di aver citato in giudizio più di 1.000 persone per aver fornito recensioni false. Ciò faceva parte di una campagna più ampia che voleva che i falsi revisori non solo pagassero i danni ma parlassero delle aziende che acquistavano la loro attività.

Nel giugno 2016, Amazon ha continuato questa battaglia e ha intrapreso un’azione legale contro 3 principali venditori. Hanno registrato che il 35-40% (TechCrunch) delle loro recensioni erano false e stavano cercando di bandire questi venditori dal loro sito e dai loro servizi. Inoltre, l’azione legale richiede danni superiori a $ 25.000, una percentuale dei profitti realizzati dai prodotti interessati e delle spese legali.

È chiaro che Amazon vuole fare una dichiarazione con queste azioni legali. Sebbene non saranno svolte in pubblico, è stato progettato per inviare un messaggio sia ai consumatori che ai venditori.

“Il nostro obiettivo è eliminare gli incentivi per i venditori a impegnarsi in abusi di recensioni e chiudere questo ecosistema attorno a recensioni fraudolente in cambio di un risarcimento”, ha detto un portavoce di Amazon.

Questo problema è finalmente diventato una preoccupazione del governo. La FTC ha intrapreso un’azione legale nel febbraio 2019 contro “Cure Encapsulations” per aver pagato siti Web di terze parti per scrivere recensioni false su Amazon. È stato affermato che in cambio di 30 recensioni con una valutazione a stelle compresa tra 4,3 e 5, un totale di $ 1.000 è stato pagato ai revisori. La sanzione ammonta a un totale di 12,8 milioni di dollari.

Il coinvolgimento dei governi nel rilevamento di recensioni false potrebbe essere la soluzione che i consumatori ei venditori legittimi stanno aspettando.