condono-multa

Da anni, ormai, i pagamenti in debito rappresentano un vero e proprio incubo per milioni di cittadini in tutta Italia. Fra i principali pagamenti arretrati ed ignorati dai consumatori, quindi, vi sono in particolare le sanzioni di tipo amministrative e stradali, con un alto tasso di multe non pagate per più di 5/10 anni. Per la gioia di molti, però, finalmente è arrivata una notizia estremamente interessante relativa al tanto discusso condono fiscale. Scopriamo di seguito tutti i dettagli a riguardo.

Condono tasse: il nuovo provvedimento cancella migliaia di multe e cartelle esattoriali

In seguito alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Legge di Bilancio relativa alla scorso anno, finalmente il tanto atteso condono fiscale è diventato realtà.  Il maxi provvedimento, come accennato precedentemente, va quindi a cancellare tutte le cartelle esattoriali relative ai mancati pagamenti di tasse, multe e bollo auto. Tra questi, però, rientrano esclusivamente quelli registrati tra il 2000 e il 2010, il cui totale non superi 1000 euro.

Da questo momento in poi, quindi, è possibile dire addio a tutti questi debiti che, per più di 10 anni, hanno tenuto sulle spine milioni di Italiani.

Con lo stesso provvedimento, inoltre, è stata approvata anche la Rottamazione Ter 2019. Quest’ultima, di fatto, permette ai consumatori Italiani di saldare i propri debiti, evitando more ed interessi dovuti al ritardo nei pagamenti. A differenza del condono fiscale, però, in questo caso la procedura avrà una durata massima di soli 5 anni.

Terminiamo infine confermando che, a differenza di altri provvedimenti simili, il condono fiscale verrà applicato in maniera del tutto automatizza.