cartelle esattoriali equitalia fiscoEquitalia è stata assorbita ormai da tempo dal conosciuto Ente Riscossione di Agenzia delle Entrate eppure valgono le misure che stanno consentendo di esimersi dal pagamento di imposte pregresse non onorate dai contribuenti. Con una sentenza emessa a tavolino dalla Corte di Cassazione si è stabilito il veto all’inasprimento della misure fiscali contro gli evasori. Ottengono la possibilità di non versare nulla fino ad un massimo di 1000 Euro a testa. Ecco quanto stabilisce il rapporto dell’ultima consultazione giuridica.

 

Cartelle Equitalia: addio conti da pagare, grande sconto agli evasori italiani

Oggi evadere il Fisco costa decisamente caro eppure la nuova Ordinanza n. 28072/2019 sancisce il veto all’uso della forza fiscale contro chi non ha voluto pagare a cavallo degli anni 2000-2010. Le misure si applicano in relazione alle posizioni contestate entro cui rientrano anche interesse di mora per tasse e contributi non pagati per multe e bollo auto.

Inutile dire chela misura è colma tanto da scatenare un commento del Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte che nel corso di una sua intervista ha detto:

“Ciò crea un precedente per eventuali future problematiche legate alla gestione dei capitali. Soprassedere sulla questione debiti consente l’incentivazione del reato. Tutto ciò attua un ammanco dei capitali dello Stato ed un precedente importante nella gestione della Pubblica Amministrazione”.

Tutto a ragion veduta se non fosse per il parere discordante di Matteo Salvini che dalla Lega riconosce il merito di una decisione azzeccata e necessaria per ristabilire gli equilibri economici di famiglie in crisi.

Non tocca a noi fornire una valutazione oggettiva ma lasciamo a voi l’onere di esprimere un vostro parere al riguardo.