covid-19

Il lockdown dovuto al Covid-19 sembra aver lasciato il segno su molti italiani in svariati modi. Oltre a causare una forte crisi economica ha causato anche una crisi psicologica nelle persone, tanto da creare ansia, insonnia, ipocondria e addirittura stati depressivi. A fronte del 55% degli italiani, donne in special modo, hanno reagito alla pandemia “buttandosisul cibo.

Ad affermare ciò è stata Assolatte, basandosi su dei risultati di un’indagine condotta dalla Sinu (Società italiana di nutrizione umana). In particolar modo, il 48% degli intervistati ha specificato che si è buttato sul cibo per riservarsi un’immediata gratificazione dagli stati che abbiamo citato prima. Tuttavia, il rischio di incorrere in problemi seri in termini di salute e di peso sono piuttosto reali.

 

 

Il Covid-19 ha spaventato tutti e il cibo viene usato come calmante

La scelta degli italiani, specifica Assolatte, non è del tutto errata, ma a patto che sia fatta in maniera oculata scegliendo degli alimenti che oltre a dare piacere controllino anche il peso. Ad esempio, tra questi abbiamo i prodotti lattiero-caseari, i quali contengono sostanze nutritive ottime per la linea, come calcio, fermenti e sieroproteine. Questi, oltre ad essere estremamente nutrienti, hanno effetti positivi sul metabolismo dei grassi e sul microbiota.

Inoltre alcune ricerche evidenziano che chi consuma con maggiore frequenza latte, yogurt e formaggi, ha una possibilità minore di ingrassare. Ciò è ottimo per tenere in regola il proprio indice di massa corporea più basso e ridurre al minimo le possibilità di andare in sovrappeso o addirittura di essere obesi.

Assolatte, inoltre, andando più nello specifico, sottolinea che è importante assumere alimenti che apportano le vitamine del gruppo B, essendo che partecipano al funzionamenti nei neuroni e alla produzione dei neurotrasmettitori. Ciò contrasta gli stati d’animo negativi e calmano il sistema nervoso. La vitamina B12 è di fondamentale importanza, poiché impedisce il surplus di omocisteina, che è collegato alla depressione.

Dunque, in definitiva, per favorire la serenità, riposo notturno e buon umore, Le Linee Guida per una Sana Alimentazione Italiana suggeriscono di consumare 3 porzioni quotidiane di latte e yogurt e 3 settimanali di formaggi.