truffa Adidas WhatsApp

WhatsApp in queste settimane sarà ancora più importante per il pubblico, rispetto ai soliti standard. La chat di messaggistica, proprio come in primavera, in questi giorni in cui sarà più complicato comunicare di persona con amici, parenti e colleghi di lavoro, diventa un tramite fondamentale per la propria quotidianità.

 

WhatsApp, il caso dei coupon da 250 euro: una truffa da evitare

L’importanza di WhatsApp è indiscutibile. La necessità di utilizzare un servizio esteso e funzionale per la messaggistica però non nasconde le potenziali anomalie. Non è oramai un mistero che WhatsApp è anche sede privilegiata di una serie di messaggi fasulli che è bene tenere alla larga.

Proprio in queste ore, tanti italiani stanno ricevendo dei messaggi inerenti a finti buono sconto. I messaggi attirano l’attenzione degli utenti con la proposta di coupon relativi alle principali catene delle nazione. Tra i nomi utilizzati, si segnalano MediaWorld, Expert, Conad, Esselunga o Carrefour. Di solito il valore dei buoni ha un tetto di 250 euro: i lettori per il loro riscatto sono portati alla compilazione di un modulo online

E’ evidente che questi messaggi non garantiscono alcun buono sconto e che sono soltanto delle truffe per gli utenti. I malintenzionati della rete, infatti, mettono in circolazione comunicazioni del genere per invogliare i lettori alla condivisione di dati personali, dati che saranno poi utilizzati per motivi pubblicitari.

Per non incorrere in episodi di phishing, alla lettura di questi messaggi palesemente finti su WhatsApp è bene eliminare il contenuto. Solo in questo modo la propria sicurezza online sarà tutelata.