SamsungSamsung ha gestito per anni il proprio app store, il Galaxy Store, apparentemente come una sorta di ecosistema di riserva nel caso in cui la relazione dell’azienda con Google si fosse inasprita. Non ci sono molte ragioni per utilizzare il Galaxy Store rispetto al Play Store. Tuttavia, Samsung ha trasformato Epic Games e le battaglie legali in corso in un vantaggio.

Samsung sta “rilanciando” il Galaxy Store con un nuovo focus sui giochi. L’unico vero cambiamento in sostanza riguarda la barra delle schede inferiore. Lo store è ora diviso in due sezioni, Giochi e App, con la possibilità di visualizzare le app Galaxy Watch spostata in una nuova barra di scorrimento in alto.

Samsung vuole battere la concorrenza e ripropone il suo Galaxy Store sfruttando Fortnite

Il “rilancio” tenta principalmente di ricordare che si può ancora scaricare Fortnite da Galaxy Apps, poiché a Samsung non interessa se Epic Games utilizza il proprio sistema di pagamento per gli acquisti in-app. Samsung ha anche evidenziato la presenza dell’app Xbox Game Pass sul Play Store anche se l’acquisto di giochi e DLC all’interno dell’app è esclusivo della versione Galaxy Store. Nessuna di queste app è nuova. L’app Xbox è arrivata insieme al Galaxy Note20 e Fortnite è sul Galaxy Store dal 2018.

È una mossa intelligente per Samsung utilizzare Fortnite per pubblicizzare il Galaxy Store, ma l’APK del gioco è anche disponibile per il download da Epic Games. Purtroppo le faide tra Google ed Epic non verranno risolte presto. Infatti, il prossimo processo probabilmente non si verificherà fino a febbraio del 2022.