blank

Sono oltre 5.000 gli hotspot attivi nell’ambito del progetto Piazza WiFi Italia, un piano del MiSE per permettere a tutti i cittadini italiani di fruire di una connessione libera e gratuita su tutto il territorio nazionale.

L’iniziativa ha preso le mosse diversi anni fa, quando si è palesata la necessità di fornire una rete internet gratuita e facilmente accessibile in tutti quei comuni di Lazio, Abruzzo, Umbria e Marche colpiti dal sisma nell’estate del 2016. A gennaio dello scorso anno, poi, è arrivata la firma con l’allora Ministro del MiSE Di Maio, che ha ratificato lo stanziamento di una somma di altri 48 milioni di euro (per un totale di più di 50 milioni destinati al progetto) per estendere il piano anche in altri comuni italiani, a cominciare da quelli con minor numero di abitanti.

La priorità è infatti stata data agli agglomerati urbani aventi un numero di abitanti inferiore a 2.000, proprio per consentire a questa iniziativa di “nascere dal basso”, portando la rivoluzione della connettività anzitutto in quei luoghi talvolta sperduti in cui risultava impensabile fino a poco tempo fa riuscire a mettere in piedi una simile infrastruttura (se fosse stato a spese dell’amministrazione comunale).

Piazza WiFi Italia, il futuro delle reti WiFi pubbliche parte dal MiSE

Attualmente, la connessione ha raggiunto 3.221 comuni con 5.333 hotspot totali installati. Bassano in Teverina, Petralia Sottana, Pimonte, Penna in Teverina, Condrò, Campoli Appennino, Accadia, Gagliano del Capo sono solo gli ultimi in ordine cronologico di una lista destinata a crescere sempre di più, soprattutto grazie all’accordo con Poste Italiane che consentirà di includere nella mappatura anche gli hotspot degli uffici postali.

La mappa completa interattiva per visualizzare la posizione degli hotspot è disponibile cliccando su questo link, che rimanda direttamente al sito ufficiale.

Per connettersi ad una delle postazioni disponibili, bisognerà scaricare l’app ufficiale wifi.italia.it dai principali store digitali e registrarvisi, così da ottenere le credenziali d’accesso per usufruire del free WiFi.