aggiornamento decoder digitale terrestre DVB T2

Per gli utenti del digitale terrestre si prospetta un periodo di intenso cambiamento. Le emittenti nazionali RAI e Mediaset sono state chiamate ad un upgrade dell’infrastruttura in previsione dell’imminente arrivo del DVB T2. Le regole per la trasmissione e la ricezione dei canali in arrivo mutano prevedendo obbligatoriamente un aggiornamento TV da fare nel più breve tempo possibile. Ecco cosa è necessario controllare.

 

DVB T2: aggiornamento TV per forza con i nuovi canali HD

L’uso della versione 2.0 del Digital Video Broadcasting Television impone un update del proprio televisore con uno sforzo minimo riconducibile ad una semplice verifica di compatibilità che si ottiene facendo il test gratuito. La dimostrazione conferma la presenza del decoder DVB T2 per la nostra apparecchiatura. In assenza del necessario componente (interno o esterno) non potremo ricevere i nuovi canali HD previsti su tutta la linea.

Il protocollo di comunicazione, infatti, impone un cambio frequenza con codec HEVC in sostituzione del pluriannuale MPEG-2 su frequenza a 700 MHz. A migliorare è la qualità e la stabilità del segnale che si raggiunge senza interventi tecnici di modifica per cavi ed antenne. Accedendo ai canali 100 e 200 dell’attuale Digitale Terrestre sarà possibile fare la prova di compatibilità prima di prendere una decisione.

Nel caso di esito positivo non c’è bisogno di modificare alcunché. In ipotesi contraria, invece, prepariamoci a cambiare TV e decoder nel rispetto dei nuovi standard. I costruttori sono stati obbligati ad implementare le componenti aggiornate a partire dal 1 Gennaio 2017. Qualsiasi TV si acquisti si ha la certezza di rientrare nel nuovo piano di update. La differenza consta nel prezzo e nell’usabilità.

Per nuovi televisori la spesa aumenta proporzionalmente alla qualità ed alle funzionalità accessorie richieste. Per il solo decoder, invece, è possibile sfruttare i Bonus TV promossi e concessi dal MISE (Ministero per lo Sviluppo Economico). Il decoder Gratis arriva con un voucher da 25 a 50 Euro da richiedere tramite apposita modulistica presente sul sito ufficiale.

Ricordiamo che al transizione completa avverrà entro Giugno 2022, una volta ultimata la fase di derivazione delle linee a 700 MHz verso la rete 5G. Il decorso per Mediaset inizia prima, con le direttive in attuazione già a partire da Gennaio 2021. Tieniti pronto, aggiorna ora il tuo televisore.