pignoramento conto corrente e pignoramento pensione

È da poco trapelata in rete la notizia di una nuova truffa ai danni di un cliente di un istituto bancario. Nello specifico, i malfattori sono riusciti a sottrarre dal conto corrente della vittima prescelta una somma pari a ben 7500 euro. Per riuscire nell’impresa i truffatori hanno sfruttato due tipologie di truffa, ovvero quella spoofing e quella smishing.

 

Grave truffa ai danni di un cliente di un istituto bancario che ha perso 7500 euro

Come già accennato, nel corso delle ultime ore è trapelata la notizia di una nuova truffa a Pastrengo, in provincia di Verona. I malfattori, in particolare, sono riusciti ad accaparrarsi ben 7500 euro dal conto corrente della loro vittima. Per farlo, hanno dapprima utilizzato la così detta truffa spoofing. I truffatori hanno infatti contattato la vittima sul proprio cellulare tramite un numero verde fingendo di essere dipendenti dell’istituto bancario. Dopo di che, hanno comunicato alla vittima che era necessario bloccare il conto corrente a causa di alcune violazioni.

Successivamente, è stata adottata la truffa smishing. I truffatori (sempre fingendosi i funzionari della banca) hanno convinto la vittima a seguire le indicazioni presenti su un SMS inviato da loro per bloccare apparentemente il conto corrente. In questo modo, i truffatori sono riusciti ad entrare in possesso di tutti i dati necessari per poter accedere al conto e per sottrarre tutto il denaro presente. Attraverso lo spoofing, in particolare, i malfattori sono riusciti a contattare la vittima simulando il numero verde dell’istituto bancario e per questo motivo la truffa è andata a segno.