blank

L’ultimo aggiornamento di Tinder introduce una funzionalità da tempo attesa. Si chiama “Face-to-Face” e permette di effettuare una video-chiamata con una potenziale fiamma, ovunque si trovi. Si tratta di una funzionalità molto utile che, oltre a permettere di verificare la reale identità della persona che si cela dietro un account Tinder (scongiurando dunque l’ipotesi di un fake), permette anche di incontrarsi – virtualmente – senza utilizzare un’altra applicazione o servizio.

Tinder, l’ultimo aggiornamento introduce una funzionalità da tempo attesa

Lo stesso team di sicurezza di Tinder ha riferito che questa nuova funzionalità serve, fondamentalmente, per assicurare un maggiore controllo e sicurezza degli utenti, che possono in questo modo verificare chi è la persona che si nasconde dietro quel nickname e se le foto corrispondo all’aspetto reale di quell’utente.

Così come Tinder permette a due persone di iniziare a chattare dopo un match avvenuto da entrambe le parti, allo stesso modo l’applicazione rende possibile effettuare un Face-to-Face solo se entrambe le parti lo vogliono. Dunque, se hai intenzione di video-chiamare una tua potenziale fiamma su Tinder, clicca sull’icona della videocamera e l’altro utente non saprà delle tue intenzioni almeno fin quando anche dall’altra parte non viene fatto lo stesso.

Prima di iniziare una video-chiamata, entrambi i partner devono accettare il regolamento di Tinder, avere la fotocamera attiva ed essere ben visibili. Tinder ha offerto anche dei consigli per aumentare le possibilità di successo della video-chiamata e fare colpo: anzitutto, iniziare prima con una semplice conoscenza via Chat, e avere un bel background alle proprie spalle, qualcosa che possa far capire i propri interessi (come una libreria, la propria collezione di fumetti, ecc.).

L’aggiornamento è disponibile da oggi in Italia, oltre che in Spagna, Francia, Brasile, Regno Unito, Stati Uniti, Vietnam, Indonesia, Korea, Taiwan, Tailandia, Perù e Cile.